IL GIOCO E' RISERVATO AI MAGGIORI DI 18 ANNI E PUO' CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA
I CONTENUTI DI QUESTO SITO SONO RISERVATI AI MAGGIORENNI.

Il Gioco del Tresette

Dove


Quando si parla di Tresette, altrimenti detto Tressette, si fa riferimento ad uno dei giochi di carte pi¨ conosciuti e amati in Italia in cui quattro giocatori divisi in due squadre si sfidano uno contro l'altro per ottenere la vittoria; si tratta di un classico passatempo di orgine partenopea, tramandato di padre in figlio e col passare del tempo diffusosi a livello europeo che ha lasciato la propria traccia anche in Croazia e in Slovenia. Un gioco rivolto agli amanti della logica e della strategia, anticamente popolare sia nei salotti che nei sobborghi cittadini, e dalle molteplici varianti a seconda dei luoghi in cui viene giocato.

Si racconta che il Tresette Ŕ frutto della creazione di alcuni giovani muti che, impossibilitati nel comunicare tra loro, hanno inventato un gioco in cui gesti e segni hanno la meglio sulla parola; e questa Ŕ una valida spiegazione al perchŔ tutt'oggi si faccia uso di gesti durante le giocate.
A codificare le regole di questo passatempo fu tale Chitarrella che nel 1750 scrisse in lingua latina il Primo Trattato sul Gioco del Tresette; Ŕ necessario un mazzo di quaranta carte, meglio se napoletane, e un pizzico di abilitÓ e buona fortuna per dare il via ad un gioco di facile apprendimento e dal semplice meccanismo.